Musei Capitolini

menu facilité

saut à:
contenu. recherche, section. langues, menu. utilité, menu. principal, menu. chemin, menu. bas page, menu.

Date du publication: 12/08/2015

Sarà un Ferragosto all’insegna della cultura: per chi resta in città l’offerta culturale resta varia e la cultura non si ferma, non va in ferie. Sabato 15 e domenica 16 agosto 2015, i     Musei in Comune Roma sono aperti  con     orario consueto e     tariffazione ordinaria, con le loro collezioni permanenti e le numerose mostre da visitare.

Tra le tante mostre in programma nei nostri musei segnaliamo ai     Musei Capitolini che ospitano     L’età dell’angoscia. Da Commodo a Diocleziano, mostra che illustra i grandi cambiamenti che segnarono l’età compresa tra i regni di Commodo (180-192 d.C.) e quello di Diocleziano (284-305 d.C.). Proseguendo, al     Museo di Roma in Palazzo Braschi,     Feste barocche "per inciso". Immagini della festa a Roma nelle stampe del Seicento documenta in cinquanta incisioni lo scenario di Roma “Gran Teatro del Mondo”, sfondo per l’ambientazione di feste e cerimonie laiche e religiose in occasione delle quali, soprattutto nel XVII secolo, furono realizzati grandi apparati effimeri nelle strade, piazze, chiese dai più noti architetti del tempo. Sempre qui     Gioacchino Ersoch (1815 – 1902). Un architetto per Roma Capitale celebra il bicentenario della nascita dell’architetto che, con lunga ed eclettica attività professionale, rispose creativamente alle esigenze di una città in evoluzione, spaziando dall’architettura civile a quella funzionale.
Ancora una sosta, in pieno centro storico, alla     Galleria d’Arte Moderna di via Francesco Crispi, con la sua preziosa collezione permanente di arte dell’Ottocento e prima metà del Novecento arricchita dalla mostra     Artisti dell’Ottocento - Temi e riscoperte con un “focus” di due sale sul pittore romano     Arturo Noci (Roma 1874 – New York 1953) incentrato sul periodo che precede il suo trasferimento a New York nel 1923. Le opere selezionate sono tra i più bei dipinti di figura che il pittore abbia mai realizzato in quegli anni.
Nutrire l'Impero. Storie di alimentazione da Roma e Pompei - mostra ideata in occasione dell’EXPO 2015 - racconta il mondo dell’alimentazione in età imperiale quando, intorno al bacino del Mediterraneo, si avvia la prima “globalizzazione dei consumi”: al    Museo dell'Ara Pacis a ferragosto e fino al 15 novembre 2015.
Sempre il cibo è protagonista al     Museo di Roma in Trastevere con     Buono da guardare: cibo, arte e ritualità nelle fotografie di Mario Carbone, un percorso espositivo di oltre mezzo secolo (1950-2001 circa) di reportage fotografico, con 71 immagini b/n e color provenienti dall’Archivio Mario Carbone. Le fotografie ricostruiscono parte della nostra storia più recente, spaziando dalle immagini a carattere prevalentemente etnografico degli anni Cinquanta dello scorso secolo che ritraggono il sud d’Italia - Basilicata, Sicilia, Sardegna, Calabria,  territori con un’economia ancora prevalentemente agro-pastorale o legata anche alle attività della pesca - a quelle più caratterizzanti gli aspetti sociali e culturali del nostro paese che testimoniano le tematiche artistiche d’avanguardia.
Anche i     Mercati di Traiano ospitano una grande mostra in occasione dell’EXPO 2015,     L'eleganza del cibo. Tales about food and fashion, per celebrare a Roma il connubio perfetto tra la nutrizione, tema dominante dell’esposizione universale, e la maestria sartoriale Made in Italy. Nello stesso sito, una retrospettiva dedicata allo scultore uruguayano     Pablo Atchugarry.
Vasta scelta per l’arte contemporanea al     MACRO, nelle sue sedi di via Nizza e Testaccio, tra cui, nell’ambito della mostra     100 Scialoja. Azione e Pensiero,     Gli amici di Toti Scialoja e Gabriella Drudi presenta una serie di opere della collezione privata di Toti Scialoja e di sua moglie Gabriella Drudi, sempre concesse dalla Fondazione Toti Scialoja di Roma nell’ambito delle celebrazioni per il centenario della nascita dell'artista.

Miscela di spettacolo e archeologia, infine, i viaggi nell'antica Roma a cura di Piero Angela e Paco Lanciano si ampliano, dopo il grande successo ottenuto lo scorso anno, e al     Foro di Augusto si aggiunge una nuova emozionante tappa nel      Foro di Cesare. L’entrata per il Foro di Augusto è a via Alessandrina lato Largo Corrado Ricci mentre per il Foro di Cesare l’appuntamento è a piazza Foro di Traiano, in prossimità della Colonna Traiana.

Date du publication: 18/05/2015

“La Notte dei Musei chiude con un dato significativo: oltre 32 mila presenze tra i Musei Civici (20mila visitatori) e altri spazi promossi da Roma Capitale. Ancora una volta questa iniziativa, ormai radicata e attesa nella Capitale, dimostra quanta passione ci sia per i nostri musei, mostre e spazi sia da parte dei romani che turisti. Roma, per una notte, risplende di bellezza e dobbiamo lavorare perché siano sempre di più le iniziative di questo tipo.
Sin dalle otto, orario di apertura, le file per entrare a Scuderie del Quirinale per vedere la mostra di Matisse (2.300 visitatori) o per godersi un panorama esclusivo sui Fori Imperiali dalla terrazza dei Mercati di Traiano (3mila le presenze) sono state lunghissime. Particolare successo inoltre per i Musei Capitolini con oltre 2.200 presenze, Centrale Montemartini, 1.700, Ara Pacis, 1.500, Museo di Roma in Trastevere,1.200, Museo Barracco, 500. Tutto esaurito inoltre per le visite su prenotazione al piccolo Museo di Casal De’ Pazzi e per il viaggio multimediale di Piero Angela a Palazzo Valentini. Altri dati significativi riguardano anche Palazzo delle Esposizioni con oltre 2.600 visitatori, il Vittoriano con 1.200, l’Accademia di Francia con 2.700 presenze, e il Polo Museale de La Sapienza con 5mila visitatori. Una bella serata che ci proietta verso l’estate che sarà ricca di tanti altri appuntamenti all’insegna della cultura.Voglio ringraziare infine chi ha reso possibile questa notte speciale, ovvero la Camera di Commercio con il suo contributo e tutto il personale della Sovrintendenza capitolina e di Zètema Progetto Cultura”.
Lo dichiara in una nota l’Assessore alla Cultura e al Turismo Giovanna Marinelli.

Date du publication: 15/05/2015

Anche quest’anno Roma aderisce alla Notte dei Musei promossa dal Consiglio d’Europa. Grazie a questa iniziativa, sabato 16 maggio, dalle 20 alle 24, i principali musei della città sono visitabili al costo simbolico di un euro.
Con MasterCard e il suo Programma Priceless Rome, si può vivere un’esperienza unica con la Notte dei Musei.    Priceless.com/rome

Date du publication: 09/04/2015

I Musei Capitolini hanno aderito al progetto culturale “Barocco a Roma. La meraviglia delle arti” promosso dalla Fondazione Roma e organizzato dalla Fondazione Roma – Arte – Musei per la valorizzazione del patrimonio storico, artistico e architettonico barocco della città e del territorio.

Il progetto, partendo dalla mostra Barocco a Roma. La meraviglia delle arti, aperta a Fondazione Roma Museo – Palazzo Cipolla fino al 26 luglio 2015, prevede una ricca serie di eventi satellite che permettono di approfondire il tema del barocco oltre il perimetro espositivo di Palazzo Cipolla, per celebrare uno dei momenti più alti della storia di quella che possiamo definire la “Capitale” del Barocco.

Vista la grande rilevanza del patrimonio artistico conservato ai Musei Capitolini è stato appositamente creato un affascinante percorso tra le sale dell’Appartamento dei Conservatori e della Pinacoteca Capitolina attraverso il quale il visitatore della mostra “Barocco a Roma” potrà approfondire la conoscenza delle opere di alcuni dei protagonisti di quella che è stata considerata una nuova “età dell’oro” che fece di Roma il gran “teatro del mondo”. I Musei Capitolini, infatti, conservano una serie di capolavori come i colossali monumenti papali di Urbano VIII e Innocenzo X, realizzati rispettivamente da Gian Lorenzo Bernini e Alessandro Algardi, il Busto di Medusa del Bernini e le opere pittoriche di Pietro da Cortona, uno dei grandi  protagonisti del Barocco, apprezzato dai contemporanei per le sue doti di decoratore – ma anche di architetto – e interprete di quell’ansia di libertà creativa che raggiunse i suoi esiti più originali durante il pontificato di Urbano VIII Barberini( 1623-1644). Non a caso una delle opere più rappresentative si trova proprio nella Pinacoteca Capitolina: è il Ratto delle Sabine, di Pietro da Cortona, dipinto intorno al 1630.

L’accurata selezione di opere nel percorso barocco dei Musei Capitolini offrirà l’opportunità di approfondire le origini del Barocco e il fascino del linguaggio estetico perfezionato da artisti del calibro di Duquesnoy, Rubens, Guercino, Lanfranco, Perrier e Mola .

Il percorso barocco ai Musei Capitolini è stato organizzato dalla Fondazione Roma-Arte-Musei in collaborazione con Roma Capitale, Assessorato alla Cultura e al Turismo, Sovrintendenza Capitolina-Musei Capitolini  e Dipartimento Cultura.

Dal 1 aprile al 26 luglio 2015. 

Barocco a Roma. La meraviglia delle arti

Date du publication: 07/04/2015

"Pasqua 2015 è stata una bellissima giornata di festa nel segno della cultura. Sono stati diecimila i visitatori in tutti i nostri     Musei Civici. In particolare mi preme sottolineare i circa 4mila residenti, per la prima volta anche della città metropolitana, che hanno affollato le nostre sale e mostre: un segnale bellissimo”.
I musei più visitati sono stati i     Musei Capitolini, seguiti dai     Mercati di Traiano e     Ara Pacis.

“Lunedì 6 aprile 2015 è stata un’altra giornata straordinaria per la città di Roma, caratterizzata da una grande affluenza nei nostri    Musei Civici. Anche oggi sono diecimila i visitatori che li hanno scelti con un notevole successo dei     Musei Capitolini (con 1.653 ingressi) seguiti da uno dei nostri otto musei gratuiti, la     Villa di Massenzio (con 1.554 biglietti staccati). Sono stati loro i protagonisti della giornata di lunedì.
 Tra i più visitati, inoltre, il     Museo delle Mura, quello dedicato a     Pietro Canonica, il     Museo Bilotti e il     Napoleonico. Tutto esaurito per le visite guidate anche al neo     Museo di Casal De' Pazzi dedicato al Pleistocene. Un weekend straordinario che ha totalizzato quindi circa 20mila visitatori”.
Lo dichiara in una nota Giovanna Marinelli, Assessore alla Cultura e al Turismo.

Date du publication: 20/03/2015

“Contro il terrore, in segno di solidarietà verso le vittime del feroce e criminale attacco di Tunisi, a sostegno del popolo tunisino che ha lottato per la libertà con la sua primavera: Roma ci sarà con una iniziativa pubblica che abbiamo promosso per domani. Abbiamo accolto l’appello lanciato dal sindaco di Torino, Piero Fassino. Abbiamo scelto per questo appuntamento, convocato per venerdì 20 marzo 2015 alle ore 18, il Campidoglio come luogo simbolo della nostra comunità. Per questo la facciata del Palazzo Senatorio sarà illuminata grazie ad Acea con una scritta e, nella bellissima esedra del Marc’Aurelio, all’interno dei musei Capitolini – abbiamo scelto un museo, proprio come il Bardo di Tunisi attaccato dai terroristi – abbiamo invitato i romani a manifestare i loro sentimenti, per la pace, la libertà contro chi cerca con le armi di imporre il buio e la paura”.

Lo dichiara in una nota il sindaco di Roma Ignazio Marino.

Date du publication: 18/03/2015

With its 93,000 followers,    @museiincomune Twitter account - managed by Zètema Progetto Cultura on behalf of Roma Capitale Department of Culture and Tourism - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali - is the first Italian museum profile. An account that aims to represent the different aspects of Rome's Civic Museum Network, such as the Capitoline Museums, the oldest public museum in the world, the MACRO, Museum of Contemporary Art, the  Ara Pacis Museum, Centrale Montemartini, Trajan's Market, for a total of 20 museums.

For this reason it was invited to participate to the second edition of    #MuseumWeek, from Monday 23 through Sunday 30 March when museums from all over the world will have a chance to celebrate culture on Twitter.

7 days, 7 themes, 7 hashtags!

  • #secretsMW on Monday 23 March: Museums and cultural establishments from all over the globe welcome you to their everyday world and introduce you to work behind the scenes… and perhaps a few well-kept secrets!
  • #souvenirsMW on Tuesday 24 March: Share your souvenirs and memories of visits: photos, mugs, books, postcards, encounters and special moments!
  • #architectureMW on Wednesday 25 March: Explore the history, architectural heritage, gardens and surroundings of museums.
  • #inspirationMW on Thursday 26 March: Now it’s your turn to create and share for posterity! Art, science, history and ethnography are all around us.
  • #familyMW on Friday 27 March: With the weekend almost here, prepare family visits or upcoming school trips with advice and tips from the museums themselves.
  • #favMW on Saturday 28 March: Now the weekend has begun, share your special favourites (works, conferences, locations, etc.) in 140-character messages, videos, photos or Vines.
  • #poseMW on Sunday 29 March: This last day of #MuseumWeek 2015 is all about creativity! Poses, memes or selfies… it’s up to you!

Follow us on:

Twitter    @museiincomune

Facebook    Musei in Comune Roma

Instagram    museiincomuneroma

Blog    museiincomuneroma.wordpress.com

Date du publication: 18/03/2015

A seguito della direttiva n.9/2015, in occasione della partita di calcio Roma-Fiorentina del 19 marzo 2015, si dispone la concessione dell'ingresso gratuito a tutti i Musei Civici per i tifosi fiorentini che esibiranno il biglietto della partita di calcio in questione.

Date du publication: 10/03/2015

Rome Marathon (22 March 2015) runners will have access to reduced-price tickets to all Rome Civic Museums from 19 to 24 March 2015

Date du publication: 06/03/2015

In occasione dell’8 marzo, i Musei in Comune di Roma Capitale, Assessorato Cultura e Turismo – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturaliaccendono i riflettori sulle donne artiste presenti nelle diverse collezioni museali. Nel corso della giornata tutti potranno infatti seguire su Twitter      @museiincomune – il primo profilo museale in Italia grazie agli oltre 90.000 follower - e immergersi nelle affascinanti storie e nelle opere di tante artiste come Charlotte Bonaparte, Corinna Modigliani, Antonietta Raphaël Mafai, Adriana Pincherle, Titina Maselli, Carla Accardi, Valentina Vetturi e Beverly Pepper.

Twitter    @museiincomune #DonneInArte.

Date du publication: 02/03/2015

Come è accaduto per le altre prime domeniche del mese anche oggi, primo marzo, i musei civici e quelli nazionali di Roma hanno registrato un vero e proprio boom di visitatori. I musei civici della Capitale, con le loro ricchezze culturali e la grande offerta di opere d’arte, hanno fatto registrare 17mila e 600 visitatori, di cui oltre 12mila e 500 residenti, in un solo giorno. Un numero straordinario di ingressi che sottolinea come l’iniziativa della prima domenica del mese gratuita sia stata apprezzata dalle romane e dai romani. Nella nostra città abbiamo musei eccellenti e siti archeologici che tutto il mondo ci invidia ed è anche attraverso una giornata come questa che si valorizza il nostro patrimonio artistico”. Lo affermano in una nota il Sindaco di Roma, Ignazio Marino e l’Assessore alla Cultura Giovanna Marinelli.  

A fare la parte del leone sono stati il Museo di Roma (3.416 visitatori), i Musei Capitolini (3.093 biglietti staccati), il Mercato di Traiano e il Museo dei Fori (2080 ingressi) e il complesso dei Musei di Villa Torlonia (1710 entrate) che hanno raccolto migliaia di visitatori.

“Vogliamo  ringraziare – hanno concluso Marino e Marinelli - tutte le persone che oggi si sono messe a disposizione dell’amministrazione e che hanno reso possibile questo ennesimo importante traguardo”.

Date du publication: 27/02/2015

Torna la domenica gratuita per i residenti. Un’occasione per conoscere sempre meglio il nostro vasto patrimonio museale.

Un’iniziativa, partita nell’ottobre 2014 di Roma Capitale, Assessorato alla Cultura e al Turismo - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, che ha riscosso un grande successo, vedendo raddoppiare i visitatori rispetto alle domeniche ordinarie pur mantenendo stabili gli ingressi a pagamento.
Anche la prossima domenica - ha commentato l’Assessore alla Cultura e al Turismo Giovanna Marinelli - sarà l’occasione per visitare i grandi e piccoli musei di Roma Capitale, le loro collezioni permanenti e le mostre temporanee. Un’occasione sempre unica per tutti”.
 
Come    Pais del Cinema al Museo di Roma in Trastevere, che racconta, attraverso le immagini del grande fotoreporter e fotografo Rodrigo Pais, la fortunata epoca del cinema della prima metà degli anni ’60 in cui l’Italia poteva essere considerata un vero e proprio ‘Paese del cinema’ o la splendida mostra ospitata dal Museo di Roma Palazzo Braschi    I vestiti dei sogni. La scuola italiana dei costumisti per il cinema dedicata all’eccellenza italiana dei costumi per il cinema. Esposti oltre 100 costumi tra cui gli abiti realizzati per Marie Antoinette da Milena Canonero, che pochi giorni fa si è aggiudicata il quarto Oscar per gli abiti di Grand Budapest Hotel.
 
Da non perdere    L’età dell’angoscia ai Musei Capitolini, quarto appuntamento del ciclo “I Giorni di Roma”, che illustra i grandi cambiamenti che segnarono l’età compresa tra i regni di Commodo (180-192 d.C.) e quello di Diocleziano (284-305 d.C.) e    Artisti dell’Ottocento: Temi e Riscoperte alla Galleria d'Arte Moderna di via Francesco Crispi. L’esposizione contempla un folto gruppo di opere di estremo interesse, in parte mai esposte e sconosciute al pubblico. Nell’ambito della mostra, è previsto un “focus” di due sale con una selezione di opere - di scultura e grafica - del napoletano    Vincenzo Gemito (1852-1929), del quale la Galleria possiede una ricca e importante raccolta.
 
Diverse le proposte per gli appassionati di arte contemporanea da    Claudio Palmieri, Natural-mente. Opere dal 1985 al 2014 al Museo Carlo Bilotti alle mostre ospitate dal MACRO di via Nizza:    Luca Maria Patella. Ambienti proiettivi animati, 1964-1984, a cura di Benedetta Carpi De Resmini e Stefano Chiod, Timur Kerim Incedayi. Roma e Istanbul, sulle orme della storia e    Artisti In Residenza Gruppo Cherimus – Valentina Vetturi.
 
Da non perdere anche la mostra che segna il ritorno a Roma di    Bruno Liberatore, artista impegnato nella ricerca del dialogo tra le sculture e il contesto, ora alla prova con un monumento antico di grande suggestione ambientale, i Mercati di Traiano. Nello stesso magnifico contesto,    Le chiavi di Roma. La città di Augusto, esposizione in occasione del Bimillenario della sua morte. Infine, visitatori e passanti saranno sorpresi dall’esposizione di quattro sculture monumentali di    Beverly Pepper lungo l’area perimetrale del Museo dell'Ara Pacis

Date du publication: 11/02/2015

San Valentino all'insegna dell'Arte per i corsisti della Casa di Reclusione di Rebibbia. Una visita speciale, il prossimo 14 febbraio, alla mostra l’Età dell’Angoscia ospitata a Roma ai Musei Capitolini.

“Un’ora di lezione può cambiare la vita” dice Massimo Recalcati. E per i corsisti del progetto     “L’arte dentro” - promosso da Roma Capitale, Assessorato alla Cultura e Turismo – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali in collaborazione con Zètema Progetto Cultura – il giorno di San Valentino, quando ovunque si celebra l’amore nelle sue più variegate espressioni, sarà l’occasione per sperimentare in prima persona una faccia dell’amore: l’arte imparata sui testi e dalle parole dei loro docenti che diventa forma tangibile

E la mostra “L’Età dell’Angoscia” accompagnerà questo nutrito gruppo di studenti alla ricerca del bello, nelle sale del più antico museo pubblico al mondo. Questo grazie allo strumento di cui all’articolo 21, co. 4bis, L. n. 354/75, – concesso dal Magistrato di Sorveglianza su proposta della Direzione Penitenziaria - che permette a parte dei corsisti di visitare ed interagire con i siti museali studiati e conosciuti fino a quel momento solo sulla carta.

de nouveau au menu facilité.